Ed è di nuovo Congresso, per la comunità nazionale dei Chimici e dei Fisici che si è riunita a Paestum (SA), alle porte del Cilento, dal 23 al 25 novembre 2023, nella tre giorni di evento organizzata dal’Ordine dei Chimici e dei Fisici della Campania.

È bello ricordare, prima di tutto a noi stessi, che la parola congresso deriva dal latino congressum, vocabolo che indica il participio passato del verbo “avanzare insieme, incontrarsi”. Incontrarsi per riconoscersi negli interessi comuni ma anche per confrontarsi sugli ostacoli comuni per imparare a superarli grazie al prezioso confronto tra colleghi, che spesso si scoprono anche amici. Ma il confronto è anche su scenari che coinvolgono altre professioni, o che abbracciano contesti più ampi rispetto alla professione e alla sua promozione e difesa, quali quelli strettamente legati ad aspetti normativi, al mondo accademico, a quello delle Istituzioni, della politica e di Sistema Paese.

Oltre ai componenti del Consiglio Nazionale, del Comitato Centrale della FNCF e ad una compagine di iscritti, erano presenti e sono intervenuti con contenuti ricchi e attuali anche esponenti del Ministero della Salute, di UNI con il Presidente Giuseppe Rossi, dell’EPAP, della Rete Professioni Tecniche e di ProfessionItaliane con il Presidente Ing. Armando Zambrano, della SCI con il Presidente Prof. Gianluca Maria Farinola e della SIF con la Presidente Prof.ssa Angela Bracco, di EuChems con la Presidente Prof.ssa Angela Agostiano. Era presente con il ruolo di moderatore anche il già Presidente del Consiglio Nazionale dei Chimici Prof. Armando Zingales, un vero e proprio riferimento non solo per gli iscritti ante 2016 ma anche per i più giovani, che con la sua esperienza e personale verve ha sempre partecipato al concetto di squadra con l’obiettivo eminente di portare in alto la professione di Chimico. In questa attività e con questo obiettivo instancabilmente e continuativamente collabora con la FNCF e la sua Presidente, Dott.ssa Chim. Nausicaa Orlandi.

In un momento storico in cui giungono tragiche notizie aventi per oggetto donne svilite o, peggio, maltrattate e finanche uccise, un momento importante nei lavori congressuali è stato rappresentato dall’attribuzione del premio Chimica e Fisica al femminile, che è stato attribuito a giovani donne per i loro lavori di tesi di laurea nelle materie che ci stanno a cuore. Anche in questo contesto il fare comunità dei partecipanti al Congresso ha rappresentato un forte messaggio di incoraggiamento per la carriera delle vincitrici. Non è mancato da parte dei relatori un ricordo, nella giornata del 25 novembre, indirizzato alla giornata contro la violenza sulle donne.

Il filo conduttore del Congresso è stata la sostenibilità declinata nei vari settori di interesse: alimentare, cosmetico, settore del restauro e dell’edilizia, settore della mobilità sostenibile nell’ambito della rivoluzione verde, sicurezza sul lavoro, energia, prodotti e strategia. Temi al centro dell’interesse dei nostri colleghi e dell’esercizio della professione, approfonditi da relatori esperti e provenienti da un background importante che hanno restituito in relazioni esaustive e chiare.

Come da titolo del Congresso, “Chimica e Fisica il cuore dello sviluppo sostenbile” evoca la passione che deve esistere alla base dell’esercizio della nostra attività e volutamente cita il cuore, centro vitale pulsante e motore della nostra vita. Commenta la Presidente Nausicaa Orlandi: “Il titolo di questo XX Congresso vuole essere un messaggio forte, chiaro e univoco di due categorie professionali, quelle dei Chimici e dei Fisici, che sono da sempre colonne portanti della ricerca, dell’innovazione e del cambiamento”. Il forte richiamo è ai 95 anni della professione di Chimico e ai 5 anni del riconoscimento della professione di Fisico.

Inoltre, difficilmente in queste situazioni si parla di quei momenti che esulano dai contenuti tecnici degli interventi, ma che pure contribuiscono fortemente a cementare i rapporti tra colleghi e gli attori che intervengono nella politica della professione: i momenti di pausa e di convivialità, momenti di stimolante confronto di esperienze diverse tra colleghi. Grande è stata la disponibilità da parte dei Presidenti degli Ordini e dei componenti del Comitato Centrale a costruire comunità in un clima di accoglienza e ascolto verso i colleghi iscritti presenti, nell’ottica della costruzione di una vera e propria comunità.

Il XX Congresso Nazionale dei Chimici e dei Fisici che si è celebrato a Paestum è stato quindi davvero un “avanzare insieme”, e di cui al sopra citato etimo della parola congresso. Un evento inclusivo, ricco, interessante, istruttivo che senz’altro rimarrà conservato come esperienza arricchente e costruttiva. Questa considerazione è avvalorata anche dalle parole della Presidente dell’Ordine dei Chimici e dei Fisici della Campania, Dott.ssa Chim. Rossella Fasulo: “Rinnoviamo l’impegno della nostra categoria a lavorare per un futuro sostenibile, e siamo convinti che questo XX Congresso produrrà straordinarie progettualità destinate a rendere migliori le innumerevoli applicazioni della chimica e della fisica al nostro vissuto.”

 

Dott.ssa Chim. Roberta Giacometti

The post Siamo a congresso: avanziamo insieme first appeared on Federazione nazionale degli ordini dei chimici e dei fisici.
Leggi l’articolo completo: Siamo a congresso: avanziamo insieme